Corcovado e la zona Sur: l’area più selvaggia del Costa Rica

E’ la zona meno conosciuta del Costa Rica e la meno frequentata dai turisti; forse proprio per questo motivo conserva ancora la sua natura selvaggia diventando così la più affascinante da visitare per gli escursionisti.

Cerro Chirripò Parco nazionale Corcovado Isla del Cano

Quali sono le zone più attrattive?

1.Il Cerro Chirripò
Si tratta della cima più alta del Costa Rica nel cuore della Cordillera de Talamanca. Per scalare il Chirripò bisogna preventivare due giorni fermandosi una notte all’interno del parco nazionale. L’escursione inizia a 1520 m e termina a 3820 m tutto in salita quindi è meglio essere allenati per affrontare questo lungo sentiero di 14,5 km. Durante il tragitto vedrete il paesaggio cambiare drasticamente passando dalla foresta nebulosa alle vette rocciose. E’ consigliabile scalare il Cerro Chirripò con una guida esperta ma se preferite fare in autonomia ricordate sempre di non uscire dai sentieri ben segnati perchè al di là di essi è facile perdersi.
La visita al Parque Nacional Chirripò deve essere programmata con largo anticipo perchè sono permessi solo 52 ingressi giornalieri. Si può prenotare solo online su SINAC Reservations nella sezione online booking scegliendo “Sector San Gerardo”. La prenotazione avviene su base trimestrale quindi la prima settimana di luglio sono venduti gli ingressi per settembre-novembre, la prima settimana di ottobre quelli di dicembre- febbraio e così via. Una volta prenotato l’ingresso per questa escursione è possibile prenotare entro 10 giorni il pernottamento all’ Albergue El Pàramo (l’unico lodge all’interno del parco) contattando il Consorcio Aguas Eternas.

Annunci

Info utili:
ingresso: 18$
orari: tutti i giorni 5-10
Tutti gli escursionisti, il giorno prima dell’escursione, devono recarsi alla stazione ranger a San Gerardo per comprare il biglietto d’ingresso del parco.

Consiglio: Attenzione alle temperature: di giorno il Cirripò è caldo ma di notte si può scendere anche sotto lo zero quindi portare con sè indumenti idonei allo sbalzo termico.

2.Isla del Cano
A largo di Bahia Drake (a circa 1 ora di barca) si trova la Reserva Biologica isla del cano luogo ideale per snorkeling e immersioni. Anche in questo caso ci sono dei limiti giornalieri per il numero di visitatori (100 dalle 7 alle 11 e altri 100 dalle 11 alle 15) e per i sub (solo 10 alla volta in acqua). Sott’acqua un paesaggio sconfinato di coralli e pesci coloratissimi rendono quest’isola un luogo incantanto per gli amati del diving.

3.Parque Nacional Corcovado
Chiamato il bacino dell’Amazzonia
è il Parco Nazionale più selvaggio e che offre una ampia possibilità di avvistare la fauna selvatica rispetto a tutti gli altri parchi del Costa Rica. Il Corcovado ha un paesaggio vario: spiaggia dura o soffice, guadi, paludi di mangrovie e di palme ed infine foresta fitta. L’escursione nel Corcovado non è adatta a tutti perchè è una foresta abitata da coccodrilli, tarantole e serpenti (tra cui il terciopelo e il crotalo muto che attaccano anche se non disturbati). Questi sono solo alcuni degli animali che avvisterete con molta probabilità durante le escursioni insieme ad un’ampia varietà di volatili, insetti e mammiferi meno pericolosi. Per tutte le ragioni sopra riportate è obbligatorio visitare il parco solo con una guida esperta e ufficiale. Anche in questo parco le visite sono limitate ad un massimo di 80 persone al giorno. Inoltre si deve prenotare l’ingresso massimo 30 giorni prima dell’escursione (ma solo dopo esservi messi d’accordo con la guida locale) e pagare tramite bonifico internazionale entro due giorni prima dell’escursione il biglietto d’ingresso.
Potete ottenere l’elenco delle guide locali ufficiali direttamente scrivendo una mail a pncorcovado@gmail.com. La stessa mail la potrete utilizzare, una volta scelta la guida, per prenotare il vostro ingresso al parco. Un’altra soluzione è affidarsi ai tour operator della zona oppure nella città di Puerto Jimenez presso l’Oficina de Area de Conservacion Osa dove i ranger organizzano la sistemazione e i pasti per il il tour del del parco.
Il parco si distribuisce su 3 sentieri principali che conducono alle quattro stazioni dei ranger dove potrete rilassarvi e rifocillarvi con l’acqua potabile che offre oppure potrete soggiornare per un giorno o due (vi consigliamo vivamente di pernottare e di passare quindi almeno due giorni all’interno del parco; il massimo consentito è comunque 4 notti).Nel caso scegliate di dormire nel parco ci sono le seguenti soluzioni appena fuori dal parco La Leona Eco Lodge (vicino alla stazione ranger di La Leona), Danta Corcovado Lodge a 8km dall’inizio del sentiero Los Patos e infine l’unico all’interno del parco, la stazione Sirena ranger che offre dormitori con materasso e zanzariera, biancheria cuscino e doccia con acqua calda a 30$ a persona. I pasti vengono serviti in orari stabiliti ed è obbligatorio acquistarli in anticipo (non si può cucinare) la colazione costa 20$ il pranzo e la cena 25$.

Info utili:
ingresso: 15$ al giorno
orari: tutti i giorni 7-16

Annunci

Consiglio: Come raggiungere il Parque Nacional Corcovado? Si può raggiungere in barca (consigliato nella stagione delle piogge) oppure a piedi o in taxi fino alle stazioni ranger da cui partono i sentieri. In quest’ultimo caso nella stagione delle piogge è necessario essere muniti di un 4×4 perchè bisogna anche attraversare fiumi e percorrere strade infangate e sterrate. Per raggiungere la stazione ranger La Leona si deve percorrere un sentiero da Carate di 45 minuti attraversando la spiaggia e il Rio Carate. Per raggiungere la stazione Los Patos si parte dal paesino di La Palma e si percorre un sentiero per 12km. Visto che anche i sentieri del parco sono molto lunghi, è consigliabile affrontare questo primo tratto con un taxi che vi accompagnerà fin dove gli sarà possibile percorrere il sentiero con il veicolo.
Per raggiungere la stazione San Pedrillo invece si arriva in barca affidandosi ai lodge di Bahia Drake (questa è l’opzione che noi abbiamo scelto. Se vuoi saperne di più leggi l’articolo del nostro viaggio). Infine per raggiungere la stazione ranger El tigre si deve guidare lungo un sentiero sterrato da Puerto Jimènez.

Per raggiungere Bahia Drake bisogna prendere un battello dalla cittadina di Sierpe. Attenzione ci sono solo due battelli e i posti sono limitati. (orari Sierpe – Bahia Drake 11.30 e 15.30). Il Battello si prende presso la banchina del Restaurante Oleaje Sereno (non potete sbagliarvi) e da lì chiedete per parcheggiare la macchina (6$/day). Il viaggio dura circa 1h-1.30h e costa 20$. Non si può prenotare, quindi dovete arrivare con largo anticipo. (Soprattutto in alta stagione).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: