La costa pacifica centrale: Monteverde, Manuel Antonio e molto altro

Sicuramente è la parte più visitata dai turisti del Costa Rica perchè offre natura, divertimento, canopy tour, passerelle sospese, zip-line nella foresta, spiagge da surf, immersioni, relax, piantagioni di caffè, ed escursioni indimenticabili.

Ecco quali sono le principali attrazioni da non perdere:

1.Reserva Biologica Bosque Nuboloso Monteverde
Si tratta della principale attrazione del Costa Rica perchè è l’ultimo tratto di foresta nebulosa primaria del Mesoamerica. La stagione secca va da dicembre a marzo mentre il resto dell’anno la stagione è piovosa. Le temperature variano dai 16 ai 18° C ma potrete percepirne 20-25°C al sole. La vegetazione della foresta Monteverde fitta, poco illuminata e rigogliosa può rendere difficile avvistare la fauna selvatica per questo motivo è consigliato visitare il parco con guide e non in autonomia. Tenete a mente che gli ingressi giornalieri nella foresta Monteverde sono limitati (450 in totale) quindi vi consigliamo di prenotare settimane prima. Oltre alle visite guidate si può scegliere il tour di birdwatching (6, 7:30, 11:30 e 13:30 della durata di 4 ore e mezza al costo di 64$) oppure la visita notturna di 2 ore con inizio alle 17:45 a 20$ oltre al costo dell’ingresso.
Perchè la Reserva Biologica Bosque Nuboloso Monteverde è così famosa? Perchè nelle sue 6 zone biotiche vengono ospitate 300 specie di piante, 100 tipi di mammiferi (puma, giaguaro, ocelot, yaguarondi e margay), 490 specie di farfalle e più di 400 specie di uccelli tra cui il famoso “quetzal splendente“e il “campanaro dalle tre caruncole”. Il periodo migliore per vedere l’uccello sacro (il quetzal) è tra marzo giugno ovvero nel periodo dell’accoppiamento. Il periodo consigliato invece per vedere il campanaro dalle tre caruncole è da marzo ad agosto. Anche se non lo vedrete potrete sentire il suo particolare cinguettio metallico.

Info utili:
Ingresso: 20$
Orari: tutti i giorni 7-16

Consiglio:
Zip line. voto 10! Selvatura, 50$ a testa + 20$ per le foto che vi fanno durante il percorso. Lungo il percorso potete vedere la casa di Puddington! E’ vivamente consigliato prenotare il tour. Potete farlo direttamente dal vostro hotel. https://selvatura.com/
Se vuoi sapere quali altre attività abbiamo svolto nella zona Monteverde, leggi il nostro viaggio.

zip line e ponti sospesi nella foresta Monteverde
Annunci

2.Reserva Bosque Nuboso Santa Elena
Si tratta di una riserva di 3 kmq a 1650 m di altitudine. Questa foresta è meno famosa e frequentata dai turisti rispetto quella di Monteverde perché i sentieri sono più ripidi e abbastanza faticosi ma offre esattamente le stesse caratteristiche della foresta nebulosa primordiale e la stessa possibilità di avvistamenti della fauna selvatica. La riserva autonoma è finanziata dai biglietti d’ingresso e dalle donazioni e funziona grazie al volontariato soprattutto degli studenti delle università straniere che giungono da tutto il mondo per vedere e studiare il suo ecosistema. Anche questa foresta è il luogo preferito per l’accoppiamento del quetzal splendente.

Info utili:
Ingresso: 14$
Orari: tutti i giorni 7-16

Riserva Santa Elena
Annunci

3. Reserva de Vida Silvestre Karen Mogensen
Una riserva situata nella Penisula de Nicoya raggiungibile con l’aereo oppure con un lento traghetto che parte da Puntarenas o da Paquera. Questi villaggi appena nominati, sono raggiungibili con i pullman che partono da Cobano o Montezuma oppure in macchina (tenete conto che non tutte le strade in questo tratto sono asfaltate). Questa foresta tropicale primaria e secondaria si estende per 9 kmq ed è ricca di fauna e flora; nella riserva infatti crescono piante a rischio di estinzione come il rònròn, il mogano, il tek e l’ebano. In questo lembo di terra si trovano anche 240 specie di uccelli tra cui il manachino codalunga, il gufo dagli occhiali e il campanaro dalle tre caruncole. L’attrazione principale della Reserva de Vida Silvestre è però la Cascada Velo de la Novia alta 18 m che si tuffa nella profonda pozza di acque turchesi.

Campanaro dalle tre caruncole

4.Islas Tortuga e Isla de Cocos
Davanti alla costa della Penìnsula de Nicoya, vicino Paquera è situata la tranquilla islas Tortuga dalle spiagge di sabbia bianca con palme e la lussureggiante vegetazione tropicale che fa da sfondo. Questa isola è il posto ideale per fare snorkeling e nuotare. Ci sono buone possibilità di avvistare, nella giusta stagione, i grossi squali balena. L’Isla del Cocos invece è una delle isole più grandi inabitate del mondo e si trova a 535 km dal Costa Rica. Si tratta un parco marino Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO venerato dai subacquei perchè ospita 250 tipi di pesci tra cui mante, coloratissimi pesci della barriera corallina e infine squalo balena, squalo pinna bianca e squalo martello (lungo queste correnti c’è la più alta concentrazione di squali martello del mondo).
Se ancora non vi abbiamo convinto a visitarla, aggiungiamo un ulteriore dettaglio: questa isola vulcanica avvolta nella nebbia è apparsa come l’isola dei dinosauri in una delle scene iniziali del film Jurassic Park.

Info utili:
E’ vietato alloggiare sull’isola quindi l’unico modo per pernottare è su barche attraccati al molo protetto. Ovviamente i posti sono limitati quindi è necessario prenotare con largo anticipo dal sito del parco nazionale . La tassa giornaliera per immersioni o per visitare l’isola (solo le zone in cui si può accedere) è di $25 al giorno. Due sono i tour operator che organizzano gite da 10-12 giorni (tutto incluso 4200$ circa) Aggressor Fleet oppure Undersea Hunter.

5.Surf a Santa Teresa e Mal Paìs
Località balneari d’eccellenza per gli amanti del surf sono questi due villaggi trasformati in piccole città piene di locali, ristoranti, negozi, banche e autonoleggio. Qui le grandissime spiagge di sabbia grigia sono frequentate tutto l’anno da surfisti esperti.

Annunci

6.Parque Nacional Manuel Antonio
Il più piccolo parco nazionale ma il più visitato del Costa Rica. Il parco Manuel Antonio offre spiagge da cartolina ma anche paludi di mangrovie e la foresta tropicale umida. Ci si può addentrare percorrendo semplici percorsi ben segnati da passerelle dove è impossibile non avvistare bradipi, scimmie urlatrici e cappuccino. La spiaggia Playa Manuel Antonio è la più frequentata perchè meno pericolosa per le risacche ma essendo stretta è davvero molto affollata. Molto nota è anche la Playa Espadilla di fronte al paese Manuel Antonio. Meno frequentate invece sono Playa Espadilla Sur e Playa Puerto Escodido. La prima è la più pericolosa per le forti correnti quindi prestate molta attenzione quando vi fate una nuotata. La seconda è possibile raggiungerla solo con la bassa marea quindi informatevi prima con i ranger del parco per evitare di rimanere isolati per ore.

Info utili:
Ingresso: 16$
Orari: mar-dom 7-16

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: