Costa Rica: Pura Vida, per davvero!

Giugno 2019

Wildlife, natura, avventura e relax. Il mix perfetto, proprio quello che stavamo cercando per la nostra luna di miele.
Visto che era la nostra honey moon abbiamo inizialmente chiesto a un’agenzia di viaggio di organizzarci il tour. Il preventivo era a dir poco spropositato e così, dopo la risposta dell’agenzia alla nostra richiesta di abbassare il prezzo: “ se volevate spendere poco dovevate scegliere un’altra meta”, abbiamo deciso di metterci alla prova e di far emergere la nostra vera indole da viaggiatori organizzandoci da soli il nostro viaggio low cost senza rinunce.

Annunci

Avendo a disposizione 18 giorni abbiamo optato per un viaggio on the road che ci permettesse di vedere l’intero Paese.
Il nostro tour è iniziato dal Vulcano Poas, a quasi 3000mt di altezza: sotto di noi San Josè, la capitale. Ci siamo spostati poi sulla costa caraibica, prima a Tortuguero e poi a Puerto Viejo. Nel viaggio verso la costa pacifica ci siamo fermati alle terme del vulcano Arenal e infine Monteverde, Corcovado e Manuel Antonio. 
18 giorni on the road dove non ci siamo fatti mancare nulla tenendo sempre in mente il nostro budget limitato. Ricordiamo che la nostra idea di viaggio è Cheap but the best!

Itinerario:

§ 1 notte in aereo
Arrivo a San José alle 22.30 ora locale dopo parecchie ore di volo e tre scali. Questo è quello che ti tocca quando scegli di risparmiare sul prezzo del volo: ore scomode e tre scali, ma siamo giovani, e non abbiamo fretta, quindi il gioco vale la candela!

Il riassunto del nostro tour

Strategico è stato affittare la macchina subito e aver trovato da dormire nei pressi dell’aeroporto già in direzione Volcano Poas. Il nostro hotel è pulito e grazioso, ma alcune stanze (tra cui quella che abbiamo preso noi) hanno i bagni in comune. E’ un hotel pensato proprio per dormire una notte, vicino all’aeroporto e all’intersezione delle principali arterie del Paese. Non è rumoroso, tranquilli! 

Consiglio: evitare di fermarsi a San Josè. Se si arriva la sera, come noi, cercate un hotel fuori città. Se arrivate di giorno dirigetevi già verso la prima tappa. Inoltre, altro consiglio, se arrivate la sera avvertite l’hotel del vostro arrivo perché l’orario di check-in di solito è fino al tardo pomeriggio e non la sera. Probabilmente vi faranno pagare un plus per il servizio.

Annunci
Tappa 1 – Volcano Poas

§ 1 notte
Ci svegliamo presto e facciamo una colazione ottima e abbondante, cucinata al momento. Il giardinetto con i colibrì ci darà il giusto benvenuto in Costa Rica. Lasciata la trafficatissima pianura ci arrampichiamo su per le strade che portano in cima al vulcano. Purtroppo la troppa nebbia ci impedirà di vedere la caldera e quindi cambieremo programma.

Consiglio: verificare sempre il meteo e cercare su internet gli indirizzi web delle webcam puntate sul vulcano.

Ci dirigiamo verso La Paz Waterfall Garden e poi a visitare le piantagioni di caffè DOKA. Il tempo peggiora ma la giornata si è già conclusa visto che è tardo pomeriggio così decidiamo di andare in hotel! Splendido, con una vista mozzafiato. L’hotel è gestito da due ragazzi americani che hanno deciso di cambiare vita, sono molto gentili e cordiali. 

Consiglio: I locali vi diranno che le cascate La Paz possono essere viste anche dalla strada gratuitamente. E’ vero, ma da quel tratto di strada riuscite a vedere solo l’ultima cascata mentre visitando il parco è possibile vedere tutte le cascate e non solo….. La visita al parco è molto bella e appagante.
Per il Doka Caffè tour visitate il sito e prenotate la visita, in alta stagione soprattutto. Il tour dura circa 40 minuti. Alle piantagione di Doka fate incetta di caffè e cioccolato. Costa poco, rispetto a quello che troverete in giro ed è straordinariamente buono.

Info utili:
La Paz Waterfall Garden:
Ingresso: $ 44 adulti, $ 28 i bambini. E’ possibile anche acquistare il buffet.
Orari: 8am – 5 pm.

La vista dalla nostra stanza…
Annunci
Tappa 2 – Tortuguero

§ 3 notti.
Sveglia presto e super colazione! La strada è lunga e trafficatissima. Il tratto che attraversa il Parco Nazionale Braullio Carrillo è di una natura lussureggiante che lascia a bocca aperta.

Consiglio: fino a quando non è concluso il raddoppio della carreggiata considerate di passare tanto tempo in coda. Noi siamo stati 2 h a passo d’uomo.

Praticamente impieghiamo tutta la giornata in macchina per raggiungere La Pavona dove parcheggeremo l’auto e prenderemo la barca. L’unico modo per raggiungere Tortuguero è questo!

Info utili:
Costi: 15$ a/r barca La Pavona – Tortuguero + 10$/day parcheggio auto
Orari 7.30 am- 12.30 pm- 4.30 pm

Consiglio: Mentre aspettate il vostro boat potete già comprare dei tour negli uffici che troverete nei pressi del ristorante. Sono gli stessi che troverete sull’isola e hanno gli stessi prezzi. I tour che vi suggeriamo sono night tour (20$), canoe Tour + National park tour (25$). Non siate tirchi e prendete una guida anche quando non è obbligatorio, questo vale sempre, in tutti i parchi.
Il nostro tour operator: Tortuguero Keysi Tour- keysitourtortuguero@gmail.com

Gita in canoa lungo i canali del Parco Nazionale di Tortuguero

Finalmente nel pomeriggio arriviamo nel villaggio di Tortuguero dove poco distante si trova il nostro lodge. Soggiorniamo presso il La Baula Lodge. Volutamente non abbiamo preso un hotel in centro, per due motivi che si sono rivelati giusti:
1- Volevamo stare tranquilli e lontani dalla confusione. In centro c’è sempre casino.
2- in centro le strutture ricettive non sono un granché a livello di pulizia. 
Per raggiungere il centro dal nostro hotel dovevamo prendere un taxi boat e ogni passaggio ci costava 3$ a persona, trattabili.

Consiglio: Vi sarà naturale farlo, ma ricordatevi di prendere il numero di telefono del taxista, diventerà il vostro “autista” e potrete trattare meglio sul prezzo e concordare gli orari nei quali farvi venire a prendere. Inoltre, appoggiatevi sempre alla reception dell’hotel per qualsiasi informazione o necessità. Loro hanno rapporti quotidiani con i taxi boat e ci tengono a non fare brutta figura. Il nostro “autista” si chiamava Guzman e vi accoglierà con un sorriso e salutandovi con un energetico: “Pura Vida!”
Trattate sempre i costi, se siete in 4 potete strappare un 6-7$ in totale.


Il lodge che abbiamo prenotato ha una bellissima piscina e quindi ne approfittiamo per il primo bagno dell’anno. La natura tropicale è ovunque intorno a noi e una coppia di pappagalli gioca a nascondino tra le foglie nei maestosi alberi che ci circondano. Dopo una nuotata e una doccia, ci prepariamo per il tour notturno. Torcia, vestiti lunghi ma comodi e leggeri e tanto repellente. Siamo pronti! Il tour dura tantissimo (3h) e si sviluppa anche lungo la spiaggia (per cercare di avvistare la nidificazione delle tartarughe o qualche animale). Noi siamo riusciti a vedere molti animali ma non le tartarughe perchè non era la stagione giusta. Dopo questa lunga passeggiata, affamati, ci fermiamo in uno dei pochi chioschi ancora aperti e assaporiamo dei piatti caraibici a base di carne e verdure molto gustosi. Finalmente andiamo a dormire perchè all’alba dell’indomani ci attende il tour in canoa. Anche se fa brutto tempo, anche se ci sono 40 gradi, anche se c’è qualsiasi tipo di cataclisma fate il tour con una barca lenta per i canali del Parco di Conservazione di Tortuguero. E’ stata un’esperienza meravigliosa che ci ha permesso di vedere tantissimi uccelli, mammiferi, rettili e la vegetazione attorno a te lascia senza parole!

La Baula Taxi Boat
Tappa 3 – Puerto Viejo

§ 3 notti
Il viaggio Tortuguero – Puerto Viejo è lungo, molto lungo. Noi siamo partiti all’alba per poter essere ad un orario decente a destinazione. La strada sarà scandita da piantagioni di banane e ananas a perdita d’occhio. Riconoscere le marche più importanti, quelle che troviamo sui banchi dei nostri mercati. La strada passa necessariamente da Puerto Limòn, che vi consigliamo di evitare come la peste quindi non prevedete soste e tirate dritto. Dopo tutta la giornata di viaggio finalmente arriviamo a Puerto Viejo, una cittadina piuttosto bruttina esteticamente ma ricca di locali. La parte del leone la fanno le spiagge e i surfisti. Ci fermiamo 3 giorni pieni e abbiamo modo di coniugare relax e attività. Decidiamo quindi di prenotare i pacchetti per le escursioni che permettono di vedere le attrazioni principali della zona presso l’agenzia Exploradores Outdoors. Acquistato il pacchetto 3 in 1 giorno + Horse Tour, tot 210$ in due e poi ci dirigiamo in hotel. Alloggiamo presso il Namawoki Lodge, a 5 minuti dal centro di Puerto Viejo.
Primo giorno:
Pacchetto 3 attività in un giorno e consiste nel visitare:

  • Jaguar Rescue Center, fondazione che salva, cura e rimette in libertà gli animali selvatici. Qui avete la possibilità di vedere i bradipi cuccioli.
  • Bribri village alla scoperta del cioccolato. Questa è una di quelle esperienze che ti restano dentro, che ti arricchiscono. Quanti di voi hanno visto come è fatta la pianta del Cacao? Quanti hanno tostato il cacao, macinato e poi mangiato e/o bevuto? Lì lo puoi fare.
  • Waterfall cascate poco distanti dal Bri Bri village.

Secondo giorno:
Horse Caribe Riding Club, giro a cavallo. Il maneggio è gestito da Oriana, italiana trasferita da anni in Costarica, che ospita solo cavalli salvati da situazioni critiche. I cavalli sono tutti dolcissimi e il tour è bellissimo. [caribehorse@gmail.com]

Terzo giorno:
Relax in hotel con piscina e giornata in spiaggia. Aperitivo in un locale in riva al mare ed infine cena a lume di candela in città con dopocena a base di cocktail e partita a biliardo in un altro locale in riva al mare.

Consiglio: se avete tempo vi suggeriamo di raggiungere Punta Uva e Mazzanillo. Molto bello anche il Parco di Cauita, che però non siamo riusciti a vedere. Se il tempo lo permette non lasciatevi scappare le gite in mare. 

A cavallo lungo la spiaggia di Puerto Viejo
Annunci
Tappa 4 – Arenal

§ 1 notte
Dopo 7-8 ore di viaggio in auto arriviamo a La Fortuna, il paese riferimento per visitare il Vulcano Arenal. Il nostro hotel ha piscine, idromassaggio, sauna, etc. all’ombra del Vulcano. Questa è una tappa relax. Qui è possibile anche fare trekking per visitare il vulcano e la sua caldera. Il traffico lungo la strada ci fa arrivare troppo tardi e non riusciamo a prendere un tour e poi siamo troppo stanchi, ci dedichiamo a noi stessi! 

Terme all’ombra del Vulcano Poas

Il giorno dopo il programma prevede:

  • Trekking a Rio Celeste: Sembra di essere dentro ad una fiaba sia per il paesaggio che ci circonda sia per i colori del rio. Posto meraviglioso e la cascata è veramente emozionante.
  • Bagni di fango a Las Hornillas: una sorgente termale naturale dove troverete un percorso tra il paesaggio lunare del vulcano Miravalles, pozze di fango naturale, piscine e sauna.

Consiglio:
Rio Celeste: il percorso non è lungo (1h circa) ma sono necessarie le scarpe da trekking. Se ha piovuto ci sarà fango.
Las Hornillas: è lontano, quindi calcolate bene i tempi! Da Rio celeste sono 2h di auto, a passo sostenuto.

Info utili:
Rio Celeste
Costi: parcheggio 4$ + ingresso 12$ + affitto stivali da pioggia 8$ (si può fare a meno)
Orari: tutti i giorni 8-16 (ultimo ingresso alle 14)
Las Hornillas
Costi: $ 35
Orari: tutti i giorni 8-17

Arriviamo in hotel molto tardi e fatichiamo a trovarlo perchè è immerso nella giungla. Pernottiamo presso il Rio celeste Lodge, un posto incantevole dove, senza fatica, mentre ci incamminiamo nella nostra casetta, avvistiamo qualche animale selvatico: la rana Arborea Calzonuda… e un serpentello!

La cascata di Rio Celeste
Tappa 5 – Monteverde

§ 2 notti.
Lasciamo alle nostre spalle il paesaggio de la Fortuna per dirigerci verso Monteverde.
Monteverde è la cittadina da dove partono tutti i tour di divertimento che potrete prenotare direttamente dal vostro hotel. Noi abbiamo pernottato al Jaguarundi Lodge. Molto confortevole e comodo per tutti i servizi. 

Consiglio: Per arrivare a Monteverde bisogna avere un 4×4. Ci sono lunghi tratti di strada sterrata, ma i paesaggi vi faranno dimenticare rollio, vibrazioni, polvere e buche. Attenzione a non bucare, anche se avete tutto il materiale in dotazione con la macchina in affitto, ricordatevi che  il gommista è a spese vostre. 

Nei due giorni di sosta in questa zona abbiamo fatto:

  • zip line voto 10! Selvatura, 50$ a testa + 20$ per le foto che vi fanno durante il percorso. Lungo il percorso potete vedere la casa di Puddington!
    E’ vivamente consigliato prenotare il tour.
  • Trekking nel Parco Nazionale di Monteverde 25$ per 2h di visita guidata. Questo parco va visitato con la guida. Consigliamo di prenotare soprattutto se si desidera fare il tour serale. Noi abbiamo visitato il parco a metà giugno in prima mattinata e, grazie alla guida, siamo riusciti a vedere il Quetzal, uno degli animali più rari da avvistare.
  • Il caseificio di Monteverde dove è possibile acquistare e gustare i prodotti del latte. Noi abbiamo preso solo un gelato, molto buono. Non è possibile visitare l’interno del caseificio.
  • Ci sono diverse boutique che vendono prodotti di artigiani locali. Anche se non si compra nulla vale la pena fare un giro.
Il panorama di Monteverde
Tappa 6 – Drake Bay e Corcovado

§ 2 notti a Drake Bay + 1 notte nel Parco Nazionale di Corcovado

Da Monteverde dista circa 5-6 ore. La strada è lunga, trafficata ma scorrevole. 

Per visitare il Parco Nazionale di Corcovado noi abbiamo deciso di pernottare a Bahia Drake che è possibile raggiungere o via fiume o via terra. Nel periodo delle piogge si sconsiglia vivamente di avventurarsi in auto, ci sono da guadare due fiumi. Per la nostra esperienza è consigliabile raggiungere Bahia Drake in barca. Tanto la macchina là non vi serve ed evitate tanti potenziali inconvenienti.

La barca per Bahia Drake la si prende nella cittadina di Sierpe. Attenzione ci sono solo due battelli e i posti sono limitati. (orari Sierpe – Bahia Drake 11.30 e 15.30). Il Battello si prende presso la banchina del Restaurante Oleaje Sereno (non potete sbagliarvi) e da lì chiedete per parcheggiare la macchina (6$/day). Il viaggio dura circa 1h-1.30h e costa 20$. Non si può prenotare, quindi dovete arrivare con largo anticipo. (Soprattutto in alta stagione).

Il primo giorno lo impieghiamo quindi per raggiungere Sierpe e da Sierpe per raggiungere Bahia Drake (il viaggio in barca è movimentato quindi tenetevi forte e preparatevi a bagnarvi). Bahia Drake è un villaggio in salita composto da due negozietti due ristoranti e tanti lodge. Noi Abbiamo soggiornato presso il Cabana Ara Macao Lodge, confortevole, vista mozzafiato ed immerso nella natura! Consigliatissimo!
Dopo cena andiamo subito a dormire perchè il giorno seguente dobbiamo partire per il Parco Nazionale di Corcovado.

La vista dal porticato del nostro lodge

Per visitare il parco è obbligatorio andare con una guida. Potete trovarle direttamente in loco, ci sono numerosi tour operator. Noi abbiamo deciso di trascorrere due giorni nel parco e quindi di dormire una notte presso il Ranger Station nella giungla, esperienza che vi consigliamo vivamente di fare, e per questo abbiamo dovuto prenotare mesi prima la guida e il posto letto nella struttura. Ci siamo appoggiati al tour operator che ci ha suggerito il proprietario del lodge che abbiamo affittato a Bahia Drake. [ Dake Bay tours: info@toursdrakebay.com]  

Spider monkey nel Corcovado National Park

Il parco Corcovado si raggiunge sempre in barca (2h circa) da Bahia Drake. Appena si arriva nel parco la guida ti spiega le regole da rispettare che saranno molto rigide in quanto qui la natura selvaggia è veramente ovunque ed è estremamente facile imbattersi in animali di ogni tipo (anche tarantole, serpenti e caimani) quindi bisogna prestare molta attenzione, fare silenzio e seguire alla lettere le istruzioni della guida. Sono stati due giorni indimenticabili dove il contatto con la natura è stato fortissimo. Dopo questa esperienza rimani appagato per tutta la fatica, il caldo e la sete che hai sopportato e provi un senso di completezza nel tuo spirito e nel tuo corpo.
Se decidete di fare un viaggio in Costa Rica, non potete non venire qui!
Il quarto giorno viene interamente dedicato al viaggio da Bahia Drake a Sierpe e da Sierpe ci dirigiamo a Manuel Antonio.


Annunci
Tappa 7 – Manuel Antonio

§ 2 notti

Manuel Antonio, insieme a Tamarindo, è la location turistica per eccellenza. Qui c’è il parco, (ma se avete visto Corcovado, Tortuguero o Monteverde, vi deluderà parecchio) dove la parte più affascinante è la spiaggia, incantevole ma affollata. Quando andate a fare il bagno non perdete di vista il vostro zaino perchè, racoon e scimmie vengono spesso e volentieri a cercar cibo. Attenzione! Non dategli né da mangiare né tentate di avvicinarli con del cibo (sono sempre animali selvatici e possono diventare aggressivi)

Racoon in cerca di schifezze sulla spiaggia di Manuel Antonio

A Manuel Antonio ci sono davvero tantissime attività da fare e nel vostro hotel potete scegliere quello che volete. C’è l’imbarazzo della scelta. Noi abbiamo fatto un giro in barca a vela (75$ + 20$ per le foto) e abbiamo visitato il Parco. Non abbiamo potuto fare molto altro perchè ha piovuto un giorno intero. Vi consigliamo di andare a mangiare e/o fare aperitivo su una delle tante terrazze che ci sono lungo la strada. La vista è magnifica. Ci sono tante spiagge dove è possibile fare il bagno, surf, kite surf, etc… E’, in ogni caso un bel posto dove rilassarsi.
Questa è stata una tappa intermedia prima di tornare a San Josè e votata al relax quindi siamo stati soddisfatti lo stesso anche se la natura non era quella alla quale eravamo abituati nelle tappe precedenti. 

La spiaggia di Manuel Antonio
Tappa 8 – San José

§ 1 notte
La capitale del Costa Rica è una cittadina affollata, vivace e trafficata. Ci sono dei musei da vedere e avrete l’imbarazzo della scelta in quale fast food andare a mangiare. Noi siamo stati solo un pomeriggio e una mattina (Il nostro Hotel), in attesa di prendere il volo per tornare a casa, e, a parte il mercato coperto, non è una meta che vi consigliamo. Non vale la pena perder tempo a visitarla, piuttosto se, come noi, avete due mezze giornate a disposizione prima di partire, guardate se ci sono attività da fare a Poas, Vulcano Irazù, Orosì, caffè tour, etc…

San Josè, vista della via principale dalla nostra stanza di Hotel.

Voilà il nostro viaggio è terminato. Abbiamo cercato di coniugare avventura, natura, relax e divertimento e direi che ci siamo riusciti alla grande! Speriamo che i nostri consigli vi siano stati d’aiuto. Vi auguriamo BUON VIAGGIO!!!! 

Annunci
Annunci

Link utili

One thought on “Costa Rica: Pura Vida, per davvero!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: